Gulfi

Carjcanti – 2015

Carricante. Albanello – 14.5%

34,00

5 disponibili

Descrizione

Il “Carjcanti” di Gulfi è un vino bianco dai riflessi verdi e dal profumo intenso con sentori di mela. anice. fiori di agrumi e note erbacee. Dal gusto secco. sapido. con una vivace acidità. fresco e piacevole alla beva. Affinamento in botti di rovere per almeno 1 anno. Il Carjcanti è un Carricante quasi in purezza. prevede infatti una piccola aggiunta a saldo di Albanello.
Il Carricante è un raro ed antico vitigno bianco dell’Etna. caratterizzato da grappoli e acini di media grandezza di colore verde tendente al giallo e caratterizzato da una maturazione tardiva. L’Albanello è un antico vitigno a bacca bianca ormai a rischio di estinzione che viene coltivato nelle province di Siracusa e Ragusa.

Terreno: argilloso e calcareo

Vendemmia: manuale nella terza settimana di settembre

Vinificazione: in bianco con pressatura dei grappoli interi

Affinamento: sui propri lieviti per almeno un anno in botti di rovere

Gulfi
Quando una visione diventa realtà. Quando l’amore spassionato per i vini di qualità riesce a tramutarsi in creazione di materia. fine. pura. eccelsa.Così Vito Catania poco più di 20 anni fa ha iniziato a creare quello che oggi è un vero e proprio punto di riferimento ormai consolidato nel contesto enologico italiano e non solo. Produttore di vino tra i più affermati. apprezzati e maggiormente riconosciuti al mondo. Stiamo parlando dell’azienda agricola Gulfi. Ed è già a partire dal nome che scopriamo che non siamo davanti ad un nome di fantasia né al cognome di un essere umano. ma ad una parola che è geografia. identificazione di un territorio. ovvero Chiaramonte Gulfi. Ci troviamo in provincia di Ragusa. nell’estrema punta sudorientale dell’isola più grande del Mar Mediterraneo e forse una delle regioni più belle e sicuramente uniche al mondo. Partendo da quel territorio patria e patrimonio universale di bellezza barocca. acquista e comincia ad investire nei terreni del ragusano e in quelli situati nel cuore di Pachino. particolarmente vocati ad un vitigno sino ad allora poco riconosciuto dai più come uva di alta qualità (anzi). ovvero il Nero d’Avola. Con l’ausilio di uno dei più grandi personaggi (e uomini) al mondo nel settore enologico. Salvo Foti. il Signore della Vite Etnea e non solo. insieme sposano dal primo istante la filosofia della sostenibilità. del biologico. prima ancora che la burocrazia e le amministrazioni comincino a normare e legiferare in materia. Valori umani prima che commerciali. Rispetto per la terra. per l’uomo. per la natura tutta. E lasciatemi aggiungere. per il consumatore. Uno degli allevamenti più duri e impegnativi diventa il leit motiv di questa cantina. l’alberello. Piccole piante di viti affiancate una accanto all’altra. alte circa 1 metro. che consentono alla vite di respirare. di essere baciate dal sole e dalle brezze in modo omogeneo e libere pertanto dai rischi di molte delle tipiche malattie della pianta. A questo aggiungiamo che Gulfi non irriga. I terreni ricchi di materie prime fondamentali per donare grande sapidità ai nostri amati vini vengono accarezzati dalle radici assetate che scavano in profondità e trovano calcare. argilla. pietra vulcanica e altre sostanze di cui questi siculi suoli sono ricchi.

Tipologia di vino:
Bianco
Nazione
Italia
Regione
Sicilia