Non più solo uffici. Ecco come sta rinascendo Prati

Prati è un quartiere elegante, dove le case di pregio si sommano ai palazzi d’epoca, ai negozi di classe, al mercato rionale e anche ai tanti uffici, studi medici, di avvocati e notai, che lo rendono “metropolitano” fino al calar del sole.

È vicinissimo al centro e, con una breve passeggiata, si arriva a San Pietro, alla suggestiva Città del Vaticano con i suoi Musei, famosi nel mondo. Un tempo terra di canneti e vigneti, nel medioevo prese il nome di Prata Sancti Petri (“Prati di San Pietro”) in riferimento all’adiacente basilica vaticana; andò trasformandosi verso la fine dell’800, con i primi progetti di urbanizzazione edilizia. In quel periodo l’impianto urbanistico stradale fu studiato in modo tale che nessuna delle nuove vie avesse come sfondo la cupola della Basilica di San Pietro, a testimoniare la tensione dei rapporti tra il nuovo stato italiano e la santa sede.

Questo spiega perché i nomi delle vie rappresentano i personaggi noti della Roma repubblicana tra condottieri, letterati e gli eroi del Risorgimento.

Oggi il quartiere Prati si è trasformato in una delle zone più belle e chic della Capitale, ed ha sviluppato anche un profilo più notturno, grazie all’arrivo di ristoranti, bar e alberghi, che non hanno nulla da invidiare ai tipici quartieri della Roma notturna.

Un quartiere sempre più giovane e vitale

Una volta Prati la sera si spegneva. Oggi invece la zona si sta aprendo a un nuovo tipo di pubblico che magari prima frequentava solo Testaccio, Monti, Trastevere e Ponte Milvio per le sue serate. Da qualche anno la vita sociale si sta spostando anche qui e c’è l’imbarazzo della scelta tra tantissime proposte: localini dal sapore vintage magari nati dalla riqualificazione di vecchie botteghe di quartiere ma anche pub e bistrot dove sedersi a fare un aperitivo, gustarsi una cena gourmet o ascoltare musica live jazz o blues in un contesto rilassato, informale e molto piacevole. Se si è in un gruppo di amici ognuno con le sue esigenze poi ogni sera si può accontentare qualcuno: street food, osterie chic, pizzerie di alto livello, irish pub, ristoranti etnici e tanto altro.

Zona Prati e la notte

Uno dei poli della vita notturna di Prati è Piazza Cavour. Dovete passare da qui per iniziare a godervi il rinnovamento del quartiere. Immediatamente riconoscibile dal cinema Adriano che si affaccia sulla piazza (riqualificata molto bene di recente), ha sviluppato tutto intorno una rete di bistrot, enoteche, birrerie con prodotti di nicchia e caffetterie che si espande a macchia d’olio. Tutti i locali sono curati in ogni dettaglio di stile e assicurano un’atmosfera intima e rilassata che mette voglia di stare insieme e divertirsi. Ma se ne trovano tantissimi anche spostandosi su via dei Gracchi, via Germanico, via degli Scipioni e strade vicine: dai pub, ai bistrot passando per le vinerie e le piccole discoteche le possibilità sono tantissime per accontentare i più giovani ma anche (e forse soprattutto) i trentenni romani dai gusti raffinati.

Ercoli, un tassello nella rinascita di Prati

Nella bellissima zona tra piazza Mazzini e via Asiago, in via Montello 26, c’è Ercoli 1928 che da maggio 2017 ha fatto un restyling del locale per inserirsi al meglio nel rinnovamento generale del quartiere. Grazie al nuovo look che è stato dato al locale, Ercoli in Prati si è trasformato in una accogliente gastronomia dove fare la spesa di prelibatezze da ogni parte del mondo oppure sedersi comodi a gustare salumi, formaggi, pesce, caviale e foie gras o uno dei piatti del ristorante. Passeggiando per Prati a qualunque ora del giorno una sosta da Ercoli può farvi sentire subito a casa in un contesto molto piacevole in cui lasciare fuori dalla porta le solite ansie e preoccupazioni e immergervi nelle delicatessen proposte ogni giorno.

Il Charlie Bar di Ercoli in Prati, al contempo cocktail bar e champagneria, saprà accogliervi al meglio sia in orario aperitivo che nel dopo cena.

Ercoli è aperto tutti i giorni dalle nove di mattina all’una di notte, fino alle due il venerdì e il sabato.

Seguici