LA STORIA DELLA GASTRONOMIA

Era il 1942 quando Giacomo Balla, dalla finestra della sua casa nel quartiere Prati, immortalava la bottega Ercoli nel suo splendido quadro “La fila per l’agnello”. Un futuro scritto come una tra le migliori gastronomie di Roma, quella stessa bottega che, nata nel 1928 in via Montello a Roma, da oltre ottant’anni, è crocevia di romantici palati, cacciatori di nuovi sapori, viandanti affamati, passanti curiosi e clienti affezionati, oltrepassando i confini geografici con un’attenta selezione di prodotti. È proprio questa bottega che oggi raddoppia il suo indirizzo con il nuovo di viale Parioli.
Un negozio dove, 7 giorni su 7, dalle 9 di mattina all’una di notte (il venerdì e il sabato fino alle due), entrare per fare la spesa (solo le eccellenze della gastronomia), mangiare al ristorante o bere un drink.